Giornale radio


Raiplay

TV - PROGRAMMI REGIONALI

TV - PROGRAMMI REGIONALI


Nello spazio della programmazione di

Rai 3 bis canale 810

MERCOLEDI' 10 APRILE ALLE 21.15 CA.








vanno in onda 

il docufilm “LA DONNA LONGOBARDA ”



"MONTE LUSSARI. TRE POPOLI SUL BALCONE DELLE ALPI GIULIE"





SINOSSI 



La donna longobarda

 Docufilm di Sandra Lopez Cabrera e Simone Vrech

Produzione “invicti Lupi”

 

Il docufilm analizza la condizione femminile nella società longobarda tra il VI e l’ VIII secolo d.C. attraverso gli occhi di una donna del villaggio di Romans. Grazie agli interventi di storici ed archeologi, e soprattutto grazie al lavoro di ricostruzione dei rievocatori storici di Invicti Lupi, il pubblico avrà la possibilità di approfondire la sua conoscenza riguardo tutte le fasi della vita di queste nostre antenate.

 

 

 

 

Monte Lussari

Tre popoli sul balcone delle Alpi Giulie

di Ivo Pecile e Marco Virgilio

 

La storia del Monte Sacro del Lussari è la storia dell’incontro delle tre grandi civilizzazioni che hanno costruito l’Europa: quella latina, quella germanica e quella slava. Un luogo di grande spiritualità che resiste nel tempo nonostante il turismo ed il moderno modo di fruire della montagna e del suggestivo borgo che si è sviluppato attorno al santuario, abbia cambiato, e di molto, la frequentazione di questo splendido balcone affacciato sulle Alpi Giulie.

In questa terra dove si compenetrano diverse sensibilità nel 1360 accade un miracolo raccontato da una leggenda. In seguito a quell’evento si costruirà un episodio di devozione straordinaria e successivamente la costruzione del santuario. Il santuario è fin dall’antichità meta di devoti, punto di transito per i pellegrinaggi fino a Santiago de Compostela e meta stessa per altri pellegrini che ancora oggi risalgono alla montagna sacra lungo percorsi come il Cammino Celeste.

Il monte Lussari, un tempo in territorio austroungarico è stato coinvolto dagli eventi bellici della Grande Guerra e la modifica dei confini che ne è seguita lo ha portato all’interno dei confini italiani. Ma la sacralità e la sua storia fanno del Lussari un luogo senza confini, un punto d’incontro di popoli e lingue diverse capaci di convivere in pace e armonia.

Se un tempo la vita nel borgo era molto difficile vista la mancanza di elettricità e di acqua e gli inverni molto rigorosi e nevosi, oggi la montagna sacra si è trasformata in un richiamo per turisti, escursionisti, sciatori e ciclisti provenienti da tutto il mondo, in particolare dopo la grande risonanza dovuta alla tappa del Giro d’Italia.

Il documentario di Marco Virgilio e Ivo Pecile racconta la storia e lo sviluppo del santuario e del borgo del monte Lussari grazie all’intervento di storici, religiosi e di chi da bambino saliva in questo magico luogo solo a piedi e oggi gestisce attività turistiche di successo anche grazie allo sviluppo seguito alla costruzione di infrastrutture moderne tra cui la cabinovia. Un incrocio tra sacro e profano che tuttavia cerca di rimanere ancorato alla tradizionale natura di sentita spiritualità all’origine di questo sito di grande bellezza paesaggistica.