Giornale radio


CONTE CHE TI CONTI

In onde la sabide aes 13.42
In onda il sabato alle 13.42

Int di frontiere, feminis e oms di un Friûl cence confins.

Vot ritrats di personaçs plui o mancul cognossûts che a àn fat dal lôr jessi furlans une sorte di manifest programatic.

Par cure di Paolo Patui (nella foto), regjie di Marisandra Calacione, cu la partecipazion dai atôrs Massimo Somaglino, Riccardo Maranzana, Maria Grazia Plos, Giorgio Monte, Andrea Zuccolo.

 

 

Int di Frontiere, donne e uomini di un Friuli senza confini.

Otto ritratti di personaggi più o meno noti che hanno fatto del loro essere friulani una sorta di manifesto programmatico. 

A cura di Paolo Patui (nella foto), regia di Marisandra Calacione, con la partecipazione degli attori Massimo Somaglino, Riccardo Maranzana, Maria Grazia Plos, Giorgio Monte, Andrea Zuccolo.



26 NOVEMBRE

INT DI FRONTIERE - seconde pontade GIUSEPPE LOZER  

Inte seconde pontade di Int di Frontiere si fevele di don Giuseppe Lozer, plevan di Tor di Pordenon, paîs dulà che prime dal 1915 al à inmaneât un grum di ativitâts, come la cassa Operaia (une picjule bancje), un for cooperativ, une biblioteche popolâr, il sindicât dai mistirants dal coton…

Pai siei discors pacifiscj e contraris ae vuere al fo perseguitât e parât vie dal Friûl, là che podarà tornâ dome tal 1947, par stâ daûr di gnûf a parochie di Tor di Pordenon fin ae muart, tal 1974.


INT DI FRONTIERE - seconda puntata GIUSEPPE LOZER  

La seconda puntata di Int di frontiere è dedicata alla figura di don Giuseppe Lozer, prete di Torre di Pordenone, paese in cui nel periodo precedente alla Prima guerra mondiale organizzò numerose attività come la cassa operaia, il forno cooperativo, il sindacato dei mestieranti del cotone…

Per i suoi discorsi sopra le righe e contrari alla guerra fu accusato di bolscevismo bianco e costretto ad andarsene dal Friuli, dove poté tornare solo nel 1947 per occuparsi nuovamente della parrocchia di Torre di Pordenone fino alla morte, avvenuta nel 1974.

 




ASCOLTA E SCARICA LE PUNTATE

 

Conte che ti conti

(leturis, teatri, senegjâts)


Un spazi dedicât dulà podê scoltâ la nestre lenghe, contade, dite o recitade, traviers lis produzions, dispès gnovis, de nestre regjon.

 

 

Conte che ti conti

(letture, teatro, sceneggiati)


Uno spazio dedicato dove poter ascoltare la nostra lingua, raccontata, detta o recitata, attraverso le produzioni, spesso inedite, della nostra regione.