Giornale radio


RADAR - Segnali dalla scienza, dalla cultura, dalla società

IN ONDA IL MARTEDI' ALLE 11.20

PUNTATA DEL 30 NOVEMBRE

 

In occasione del 30° anniversario della Clinica Neurologica di Udine è stato organizzato un importante convegno, previsto nelle giornate del 3 e del 4 dicembre, che vuole essere l’espressione sintetica di questo lungo cammino, articolandosi secondo le tre fasi che corrispondono all’evoluzione vissuta dalla Neurologia: si parlerà quindi di novità terapeutiche e diagnostiche, spaziando dalla fioritura di trattamenti dedicati alle malattie rare, alla fisiopatologia di malattie neurodegenerative e infiammatorie, sino alle più recente e ardua sfida imposta dalla pandemia di COVID-19. Quindi di importanti e innovativi aspetti relativi alla gestione del paziente nella più vasta accezione del termine e, infine, della riscoperta dei trattamenti dietetici, riabilitativi e di neuromodulazione non invasiva, per una visione olistica della Neurologia. Ospiti di RADAR il prof. Gian Luigi Gigli, direttore della Clinica Neurologica dell’Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale, direttore della Scuola di specializzazione in Neurologia del Dipartimento di Area Medica dell’Università di Udine, che ha organizzato l’evento, e il dott. Francesco Janes, membro dello staff della Clinica Neurologica e che farà alcune anticipazioni rispetto alla sua relazione sul tema “Neuroinfiammazione e neurodegenerazione”.


L’astronomia è la scienza più antica, ma anche la più moderna e innovativa. Risultati, spesso inaspettati e sorprendenti, aprono nuovi orizzonti per la comprensione del nostro Universo. Una sfida continua che non smette mai di affascinarci. A questa sfida partecipa direttamente l’astrofisica Patrizia Caraveo, Premio Nazionale del Presidente della Repubblica (2009), Premio Enrico Fermi della Società Italiana di Fisica (2021), Commendatore dell’Ordine del Merito della Repubblica Italiana, premio Outstanding Achievement di Women Aerospace -Europe e fra gli Highly Cited Researchers dal 2014. E di questa sfida ci rende partecipi con il suo “Sidereus Nuncius 2.0. I messaggeri celesti della nuova astronomia” (Mondadori) che ci presenta nella diretta di oggi.


Istituita nel 1991 dalle Nazioni Unite, la Giornata Mondiale del Diabete si celebra il 14 novembre, giorno del compleanno del fisiologo canadese e Premio Nobel Frederick Grant Banting cui si deve l’introduzione della terapia a base di insulina esattamente cento anni fa, nel 1921. Alla fine di questo mese di Novembre, dedicato alla prevenzione e alla lotta al Diabete, dedichiamo un’ampia pagina proprio a questa patologia. A Stella Bernardi, professoressa associata di Endocrinologia al Dipartimento di Scienze mediche, Chirurgiche e della Salute dell’Università di Trieste, il compito di fare il punto sulla situazione nella nostra regione, ricordando anche comportamenti virtuosi e no nonché la relazione fra diabete ed esiti mortali di Covid-19. Sul fronte della ricerca molti sforzi si stanno concentrando, tra l’altro, sulla somministrazione di insulina. Attualmente, infatti, essa avviene con un’iniezione nel tessuto cutaneo che è causa di dolori, irritazioni, allergie e problemi di gestione della somministrazione. L’ottenimento di nuovi sistemi di somministrazione dell’insulina, che consentano anche un suo rilascio graduale, consentirebbe una migliore qualità della vita a milioni di persone. Lisa Vaccari (Elettra Sincrotrone Trieste) e Michela Pisani (Università Politecnica delle Marche, ci illustrano uno studio, in cui il consorzio CERIC-ERIC riveste un ruolo di primo piano, che ha prese in esame e valutato l’utilizzo di liquidi cristallini organici (che, grazie alla presenza di microstrutture al loro interno si prestano bene per conservare e veicolare diverse molecole, permettendo anche un rilascio controllato nello spazio e nel tempo) per il drug delivery dell’insulina.

 

 

 

 


ASCOLTA E SCARICA LE PUNTATE



 

Un magazine che dà voce ai protagonisti della prestigiosa e variegata realtà scientifica del Friuli Venezia Giulia, con il Sistema Trieste e la ricerca dei poli tecnologici e delle Università del territorio. Grande attenzione viene data alle collaborazioni con istituzioni nazionali e internazionali. In sommario, ogni settimana, una rubrica dedicata alle recenti uscite nel campo dell’editoria scientifica con interviste agli autori.

 

Ti potrebbe interessare anche

 

RAI RADIO3 SCIENZA        

  • CURATO E CONDOTTO DA

    DANIELA PICOI

  • CONTATTI

    Tel: +39 040 7784246
    daniela.picoi@rai.it
    radar@rai.it