Giornale radio


SCONFINAMENTI

In onda dal lunedì al sabato dalle 16 alle 16.45
La domenica dalle 14.30 alle 15.30

La settimana di Sconfinamenti inizia, lunedì, con gli eventi, a Pola, dedicati alla letteratura per grandi e piccini. Tra gli altri: la 14.a edizione del Festival del libro per ragazzi “Monte Librić”. Si prosegue con un omaggio ai 75 anni del Dramma Italiano di Fiume: un traguardo storico per la più antica compagnia stabile italiana.

 

Martedì, La Sesta Edizione della Settimana della Cucina Italiana nel mondo ed il Concorso indetto dal Consolato Generale d’Italia a Fiume. Ragionando sul tema “Tradizione e prospettive della cucina italiana, consapevolezza e valorizzazione della sostenibilità alimentare (dieta mediterranea)”, gli studenti del dipartimento di italianistica dell’Università di Fiume hanno presentato “virtualmente” alcune pietanze.

 

Mercoledì: il 14 novembre 1951 il Polesine veniva colpito dalla più grande alluvione della storia contemporanea italiana. Tra le moltissime colonne di aiuti che arrivarono, anche quella della Polizia Civile triestina. E proprio da Trieste, all’epoca amministrata dal GMA, giunsero a Porto Viro i fondi per la costruzione di un comprensorio, noto come “Zona Trieste” ed oggi completamente riqualificato e valorizzato.

 

Giovedì: In apertura i cinque volumetti illustrati dedicati a San Nicolò, ideati da Cristina Marsi e Ingrid Kuris (WhiteCocalPress). Una serie di brevi racconti in dialetto triestino che vedono il noto Santo alle prese con krampus, bora, cinghiali, gabbiani, pesci e troll. Si prosegue con l’Associazione Museo della Bora di Trieste con il progetto “CambiaVenti – L’emergenza climatica e noi”

 

Venerdì: Dal Museo di Carattere Nazionale C.R.P. di Padriciano a Martina Franca: le masserizie degli esuli continuano a raccontare la storia con la mostra didattica “Dalle foibe ai campi profughi: l’odissea dei 350.000 istriani fiumani e dalmati”, un percorso creato nelle sale D’Avalos del Palazzo Ducale della città pugliese grazie alla collaborazione dell’Unione degli Istriani di Trieste.

 

Sabato, sono quasi un centinaio le opere e oltre mille le postazioni lasciate in eredità, in Friuli Venezia Giulia, dalla guerra fredda a difesa del confine nazionale; manufatti militari in parte ora musealizzati e che hanno suscitato l’interesse dei docenti dell’ateneo di Udine Roberto Petruzzi e Livio Petriccione che hanno dato alle stampa il libro “Costruire ai tempi della guerra fredda. L’architettura della fortificazione permanente della frontiera orientale” (Ed. Forum).

 

Domenica presentazione del libro di Andrea Martinis “Trieste Wood” (Bora.la): in una Trieste distopica del futuro (2039), l’industria cinematografica americana regna sovrana, con titoli come “L’ammutinamento dell’Ursus”, “Fast & Furios: Italcementi drifts”, “Un tram chiamato desiderio” e “Gangs of Largo Barriera”. A seguire il saggio di Francesco Boer “Luoghi di magia e mistero del Friuli Venezia Giulia” (Intermedia Ed.): echi di divinità arcaiche, confraternite misteriose, alchimisti … tracce di riti e credenze che si espandono fino alla Dalmazia.

 

 

ASCOLTA E SCARICA LE PUNTATE

 

 

Lo spazio quotidiano radiofonico dell’Ora della Venezia Giulia, assegnato alla Sede regionale in Convenzione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, viene diffuso in onda media dai ripetitori di Venezia 1 sulla frequenza di 936 Khz e copre tutto il bacino dell’Alto Adriatico.

 

E’ dedicato agli Italiani dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia, unica minoranza autoctona che l’Italia ha fuori dai propri confini. S’inizia alle ore 15.45 con un notiziario di 15 minuti a cura della redazione giornalistica della Sede, mentre i 45 minuti rimanenti, dalle 16 alle 16.45, sono di competenza della Struttura di Programmazione Italiana. La domenica invece, la stessa programmazione è in onda dalle 14.30 alle 15.30. La trasmissione viene ascoltata anche lungo le fasce costiere del Veneto e della Romagna.

 

Si intitola  “Sconfinamenti”, lo spazio quotidiano dedicato agli italiani dell'Istria, di Fiume e della Dalmazia condotto da Francesco Zardini (da lunedì a venerdì) e da Massimo Gobessi il sabato e la domenica;  un appuntamento con l'attualità e la cultura su temi di interesse comune. “Sconfinamenti” amplia la sua fascia radiofonica, offrendo al pubblico, nella puntata domenicale presentazioni di libri, approfondimenti, visite “guidate” a mostre e a musei, gallerie di personaggi noti e meno noti di un particolare territorio che si affaccia sull’alto Adriatico. Un modo nuovo di trascorrere un’ora in compagnia dei protagonisti di queste terre.

Ricordiamo che “Sconfinamenti” è disponibile anche in podcast dove è possibile riascoltare e scaricare le trasmissioni già andate in onda. L’accesso andrà effettuato sempre dalla pagina web www.sedefvg.rai.it. Cliccando su “ascolta e scarica le puntate” nello spazio “Sconfinamenti” presente nella home page del sito.

 

 

Ti potrebbero interessare anche

 

FERMENTI A NORDEST

 

OBIETTIVO FRIULI

 

 

  • A CURA DI

    MASSIMO GOBESSI

  • CONTATTI

    Tel: +39 040 7784349
    massimo.gobessi@rai.it