Giornale radio

Ultimo TgR

SCONFINAMENTI

In onda ogni giorno dalle 16 alle 16.45
La domenica dalle 14.30 alle 15.30

La settimana di “Sconfinamenti” inizia lunedì 17 con il consueto appuntamento dedicato all’Università Popolare di Trieste. in studio il direttore generale Fabrizio Somma. Ci sarà, anche quest’oggi, una parentesi: la testimonianza di vita vissuta e gli interventi nelle scuole. L'attività incessante di Piero Tarticchio, esule da Gallesano, Premio Ernesto Bruno Valenziano per essersi distinto nella tutela dei diritti dei giuliano dalmati.

Martedì 18 In apertura i contenuti dell’inserto “InPiùCultura” del quotidiano italiano dell’Istria e del Quarnero “La Voce del Popolo” della Casa Editrice Edit di Fiume in edicola domani. Le api e alla loro salvaguardia. il veterinario Livio Dorigo presidente del consorzio apicoltori della provincia di Trieste e Simone Betto che, con un gruppo di agricoltori, ha riqualificato alcuni terreni incolti e abbandonati di Pocenia (Pordenone) trasformandoli in vere e proprie “spa” che hanno favorito l’attività delle api aumentando la produzione di miele e creando le condizioni per l’arrivo della vespa samurai, l’unico insetto in grado di combattere la cimice asiatica che distrugge i raccolti. A seguire la presentazione della guida “Dal 1950 ad oggi: i vantaggi di essere cittadini europei” edita dal Comune di Trieste.

Mercoledì 19 nuova puntata dedicata all’attività dell’Unione Italiana. Con una “finestra” sullo spettacolo “Giulia” del Teatro Impiria di Verona andato in scena nelle Comunità degli Italiani “Fulvio Tomizza” di Umago e di Castelvenere. La piccola Giulia è in vacanza al mare con la mamma e il papà in Croazia ma scoprirà presto che non è una vacanza qualunque, bensì un viaggio alla ricerca di una verità sfuggente. Uno spettacolo che corre leggero su diversi piani temporali - gli anni della seconda guerra mondiale, gli anni ‘70, l’estate scorsa -.

Giovedì 20 Illustrazione della rassegna espositiva, allestita nel Polo Museale del Magazzino 26 del Porto Vecchio di Trieste, “Pescatori si diventa. Diorami, modelli, tavole per apprendere il mestiere”. Il Civico Museo del Mare conserva nelle sue collezioni diversi reperti dedicati alla pesca e, in particolare, alle pratiche ittiche usate in Alto Adriatico. Si tratta di diorami, dipinti, tabelle statistiche, modelli di imbarcazioni, sussidi didattici che storicamente costituiscono una specifica sezione del percorso espositivo. Va ricordato che il Civico Museo del Mare trova fondamento nel Museo della Pesca, promosso agli inizi del Novecento dalla Società Austriaca di Pesca e Piscicoltura Marina, istituzione volta allo sviluppo degli studi scientifici, delle attività legate alla pesca, dei sistemi di coltura di prodotti marini, nonché di formazione e istruzione dei pescatori.

Venerdì 21 In apertura i contenuti dell’inserto “InPiùStoria” de “La Voce del Popolo” in edicola domani. Seconda puntata de “Il rotolo di Ravensbrück”. Con un’ “incursione” nel Civico Museo della Risiera di San Sabba (monumento nazionale) a Trieste che custodisce il famoso “rotolo” di carta su cui una deportata, a Ravensbrück, aveva segnato i nomi e gli indirizzi delle compagne, riuscendo a conservarlo ed a riportarlo in patria perché tenuto nascosto per mesi sotto la divisa.

Sabato 22: I microfoni di “Sconfinamenti” raggiungeranno Palazzo Gravisi-Buttorai, sede dalla Comunità degli Italiani “Santorio Santorio” di Capodistria per conoscere la storia e l’attività della Mandolinistica Capodistriana.

Domenica 23 In attesa della cerimonia relativa alla tragedia mineraria del 28 febbraio 1940, nella registrazione effettuata presso la Comunità degli Italiani “Giuseppina Martinuzzi” di Albona, il professor Tullio Vorano illustrerà i contenuti del suo contributo all’ultimo numero della rivista “Quaderni” del CRS di Rovigno, dal titolo “L’archivio di Augusto Batini- documenti inerenti alle miniere di Arsia negli anni Trenta e inizio Quaranta del secolo scorso”. A seguire il sedicesimo appuntamento con “Parole Dentro-la letteratura italiana dell’Istria e del Quarnero nel secondo Novecento”, registrato presso l’Università degli studi Juraj Dobrila di Pola con la professoressa Elis Deghenghi Olujic.


Nella foto la Mandolinistica Capodistriana

 

 

 

 

ASCOLTA E SCARICA LE PUNTATE

 

 

Lo spazio quotidiano radiofonico dell’Ora della Venezia Giulia, assegnato alla Sede regionale in Convenzione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, viene diffuso in onda media dai ripetitori di Venezia 1 sulla frequenza di 936 Khz e copre tutto il bacino dell’Alto Adriatico.

 

E’ dedicato agli Italiani dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia, unica minoranza autoctona che l’Italia ha fuori dai propri confini. S’inizia alle ore 15.45 con un notiziario di 15 minuti a cura della redazione giornalistica della Sede, mentre i 45 minuti rimanenti, dalle 16 alle 16.45, sono di competenza della Struttura di Programmazione Italiana. La domenica invece, la stessa programmazione è in onda dalle 14.30 alle 15.30. La trasmissione viene ascoltata anche lungo le fasce costiere del Veneto e della Romagna.

 

Si intitola  “Sconfinamenti”, lo spazio quotidiano dedicato agli italiani dell'Istria, di Fiume e della Dalmazia condotto da Ornella Serafini (da lunedì a venerdì) e da Massimo Gobessi il sabato e la domenica;  un appuntamento con l'attualità e la cultura su temi di interesse comune. “Sconfinamenti” amplia la sua fascia radiofonica, offrendo al pubblico, nella puntata domenicale presentazioni di libri, approfondimenti, visite “guidate” a mostre e a musei, gallerie di personaggi noti e meno noti di un particolare territorio che si affaccia sull’alto Adriatico. Un modo nuovo di trascorrere un’ora in compagnia dei protagonisti di queste terre.

Ricordiamo che “Sconfinamenti” è disponibile anche in podcast dove è possibile riascoltare e scaricare le trasmissioni già andate in onda. L’accesso andrà effettuato sempre dalla pagina web www.sedefvg.rai.it. Cliccando su “ascolta e scarica le puntate” nello spazio “Sconfinamenti” presente nella home page del sito.



 

Ti potrebbero interessare anche

 

FERMENTI A NORDEST

 

OBIETTIVO FRIULI

  • A CURA DI

    MASSIMO GOBESSI

  • CONTATTI

    Tel: +39 040 7784349
    massimo.gobessi@rai.it